Moscato D'asti

Da tre generazioni, mio nonno Massimo, mio padre Vincenzo ed io lavoriamo con cura e passione le vigne di questo piccolo comune tra Langhe e Monferrato Castiglione Tinella ora diventata anche zona Patrimonio dell’UNESCO. Qui si trovano le migliori vigne di uva moscato che la terra ospita da molti secoli. Terra resa unica nel suo genere grazie alle caratteristiche pedologiche: banchi di sabbia inframmezzati da strati di tufo grigio che sgretolandosi diventa limo uniti a una buona dotazione di calcare. Negli anni mio nonno e mio padre si sono occupati di curare le vigne limitandosi a vendere le uve. Quando dopo diversi lavori all’età di 24 anni confidai ai miei genitori di volermi dedicare anche io al lavoro in vigna furono subito contentissimi e disponibili ad accettare le mie idee innovative.  Diedi vita cosi anche alla cantina con la vendemmia del 1992.

Come nasce il vino

La vendemmia  del moscato d’Asti avviene generalmente i primi giorni di settembre e dura circa una ventina di giorni. Le vigne sono in fermento,  vive di un’umanità che sotto i raggi del sole ancora caldo raccoglie i grappoli dorati profumando l’aria degli aromi dell’uva matura. L’uva portata in cantina viene messa in una pressa a polmoni. Il mosto così ottenuto viene trasferito in vasche di acciaio dove, con il “flottatore” , si pulisce il mosto dalle particelle solide. Viene poi filtrato e refrigerato per evitare l’inizio della fermentazione in vasche frigo. Per la preparazione del vino si riscalda il mosto da 0 ° a 18° e si aggiungono lieviti selezionati.
Si lascia fermentare controllando la temperatura che oscilla tra i 18° e i 20° gradi. Raggiunta la gradazione alcolica desiderata, normalmente tra i 5 e i 5,5 gradi di alcool, si arresta la fermentazione alcolica refrigerando a meno 3°. Il vino verrà così filtrato e imbottigliato.

Il Moscato d’Asti BONA

L’uva moscato prodotta dalle nostre vigne, grazie alla terra particolarmente favorevole, presenta dolcezza, inebriante aroma muschiato di immediata piena e originale fragranza. Da queste uve ottengo il Moscato d’Asti tutelato dalla denominazione di origine controllata e garantita. Vino di colore giallo paglierino, al naso sprigiona un profumo caratteristico e intenso, dall’inconfondibile aroma muschiato a cui si aggiungono note fruttate e floreali. Al palato è delicatamente dolce e fragrante.
Tradizionalmente abbinato ai dolci, regge bene il confronto anche con molte pietanze salate, in particolare con piatti speziati, con acciughe e formaggi stagionati delle nostre vallate cuneesi.
La qualità della mia produzione vinicola mi ha portato numerosi riconoscimenti, l’ultimo in ordine di tempo ottenuto a gennaio del 2020 sulla produzione del 2019 dalla rivista Merum Zurich.
Attualmente la maggior parte della mia produzione viene esportata e accolta e apprezzata sulle tavole degli americani. nello specifico la zona del Wisconsy. 

Le Nostre confezioni: Classico e Magnum

Il Paese dalle vigne scritte

Contatti

Azienda Agricola Bona Massimo

Via S. Martino
12053 Castiglione Tinella CN

Email:
vinibona@alice.it
Telefono:

347 734 0152

Richiedi informazioni




Copyright – Azienda Agricola Bona Massimo – Strada S. Martino, 12053 Castiglione Tinella CN – P. iva 0253613004